Investitori e cambiamento climatico: disinvestimento o engagement?

Fonte: IlPunto.it

Com’è noto, le energie fossili (petrolio, carbone, gas naturale) sono le principali responsabili delle emissioni di CO2 e, di conseguenza, dei cambiamenti climatici in corso. Inoltre, numerosi studi hanno evidenziato che la maggior parte delle riserve ufficialmente accertate di energie fossili non potranno essere utilizzate, se si vuole contenere l’innalzamento delle temperature medie del pianeta entro i 2 gradi centigradi – soglia oltre la quale i fenomeni collegati ai cambiamenti climatici diventerebbero ancora più catastrofici e irreversibili. In questo contesto, a fine 2012 è nato il movimento per il disinvestimento dalle fonti fossili (fossil fuel divestment).  [segue nell’allegato in PDF]