Piani previdenziali: 6 su 10 integrano i criteri ESG e la maggioranza estende gli investimenti sostenibili alla quasi totalità del patrimonio

Dalla settima edizione della ricerca “Le politiche di investimento sostenibile e responsabile degli investitori previdenziali italiani” emerge che la strategia SRI più diffusa si conferma l’esclusione di settori controversi, ma cresce l’interesse verso l’engagement, il dialogo con le aziende. Per gli investitori previdenziali che stanno valutando gli investimenti sostenibili, le principali criticità riguardano la mancanza di dati affidabili e standardizzati e di certificazioni che tutelino contro il greenwashing.

Post correlati

Finanza sostenibile e Terzo Settore

L’articolo dell’inserto del Corriere della Sera “Buone Notizie” sul progetto Cantieri ViceVersa, organizzato dal Forum per la Finanza Sostenibile con […]

Il futuro sostenibile del risparmio gestito

L’intervista a Francesco Bicciato, Direttore del Forum per la Finanza Sostenibile, durante la sua partecipazione all’evento “FundsPeople On Stage”, organizzata […]