Homepage - Eventi - martedì 24 Giugno, 2014

Il microcredito, l’Italia e l’Europa

Il settore del microcredito in Italia continua ad essere strategico per affrontare la grave situazione economica e sociale che colpisce in particolare alcune fasce della popolazione: giovani, donne e over 50, risultando particolarmente drammatica nel Mezzogiorno.
Di fronte al riconosciuto valore del microcredito a livello europeo e all’importanza conferitagli nel nuovo ciclo di programmazione comunitaria è fondamentale che anche in Italia si preparino azioni all’altezza delle aspettative.
Purtroppo invece gli operatori del settore attendono ormai da quattro anni l’emanazione dei regolamenti attuativi, per molti versi indispensabili per poter svolgere le attività di microcredito con un chiaro status legale e professionale.
D’altra parte il ruolo assegnato dai programmi comunitari agli strumenti finanziari innovativi – e tra questi figura senz’altro il microcredito – obbligherà l’Italia ad attrezzarsi. RITMI considera che la via più utile ed efficace per raggiungere risultati concreti e sostenibili sia di promuovere accordi di collaborazione tra iniziative pubbliche e operatori privati di microcredito.
L’iniziativa del 24 giugno alla Camera dei Deputati, promossa da Ritmi ed Argomenti 2000 sarà altresì l’occasione per discutere del nuovo progetto di legge considerato da molte parti come essenziale per accelerare lo sviluppo del microcredito ed assicurare il massimo impatto sociale nella lotta all’esclusione e alla disoccupazione.

Per maggiori informazioni: 02-89012767

Post correlati

Stranded assets: which path to follow?

This webinar is aimed at providing in-depth and useful insights on the effects on existing assets of different policy actions […]

Settimana SRI 2021

La decima edizione della Settimana dell’Investimento Sostenibile e Responsabile si è svolta dall’11 al 25 novembre 2021. Promossa e organizzata dal […]